Località Balneari Olbia Tempio:: Le più belle spiagge della Provincia di Olbia Tempio - Costa Smeralda. Come trovarle indicazioni e strade dal Portale del Turismo Le Vie della Sardegna. - Le Vie della Sardegna :: Partendo da Sassari Turismo, Notizie Storiche e Attuali sulla Sardegna, Sagre Paesane e Manifestazioni Religiose, Cultura e Cucina Tipica Sarda, Monumenti da visitare, Spiagge e Montagne dell'Isola. Turismo in Sardegna, itinerari enogastrononici e culturali, suggerimenti su B&B, Agriturismi, Hotel, Residence, Produttori Prodotti Tipici, presenti nel territorio. Informazioni e itinerari su dove andare, cosa vedere, dove mangiare, dove dormire sul Portale Sardo delle Vacanze e dell'Informazione. Sardegna Turismo dove andare e come arrivare, tutte le notizie che vuoi conoscere sull'Isola più bella del Mediterraneo. Scopri sul Portale Le Vie della sardegna le più belle località turistiche dell'Isola e la loro storia, i personaggi illustri e di cultura nati in terra Sarda.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Località Balneari Olbia Tempio:: Le più belle spiagge della Provincia di Olbia Tempio - Costa Smeralda. Come trovarle indicazioni e strade dal Portale del Turismo Le Vie della Sardegna.

Territorio > Località Balneari
Le più belle Spiagge della Sardegna. Come trovarle facilmente nella Provincia di Olbia Tempio. Lambite da un mare cristallino che sfuma nelle tonalità del colore turchese e verde, le spiagge della Provincia di Olbia - Tempio sono tra le più spettacolari della Sardegna. Il lindore del mare crea giochi cromatici con il verde della vegetazione che incornicia veri e propri angoli da sogno. Le rocce granitiche della costa gallurese offrono panorami indimenticabili. Più di cento spiagge per una vacanza da sogno.
Le più belle Spiagge della Sardegna

Come trovarle facilmente nella Provincia di Olbia Tempio

Blu, azzurro, turchese. Caldo se è increspato dal vento di Ponente, freddo se a soffiare è il Maestrale. Tiepido se spira lo Scirocco. Il mare della Sardegna, con le sue acque terse e cristalline, rappresenta una meta ambita e senza uguali. Solcato anticamente dalle imbarcazioni fenicie, oggi dagli scafi che attraccano nei porti turistici, il mare accarezza la rena delle spiagge o la aggredisce nei giorni di tempesta, si insinua fra calette e grotte, si lascia ornare dai lembi di roccia erosa, per poi farsi dominare dalle alte falesie che a precipizio lo sovrastano. Racchiude un mondo ricco di vita e bellezza: regno della foca monaca, il bue marino, è abitato da una varietà innumerevole di pesci, molluschi, mitili, cetacei che meravigliano gli esploratori subacquei e deliziano i palati degli esploratori del gusto. Nelle aree marine protette incantano e seducono i colori sfavillanti di una natura incontaminata: dal rosso rubino del corallo algherese al platino incandescente della Alicia mirabilis, che di notte risplende nei fondali di Tavolara. Il mare della Sardegna, cuore del Mediterraneo, pulsa incessantemente nella sua tavolozza di sfumature.

Le spiagge che si rincorrono nei quasi 2000 chilometri di costa sarda, interrotte talvolta da formazioni rocciose e impianti portuali, inquadrano veri e propri angoli di paradiso. Sono luoghi dal fascino incredibile, accattivanti paesaggi dalla caleidoscopica bellezza. Nel versante orientale come in quello occidentale, a nord come nel tratto meridionale, le coste della Sardegna compongono una sequenza incantevole di acque azzurro pastello che si alternano al mare smeraldino, mentre gli arenili candidi lasciano il posto a distese di sabbia dorata o scogliere scolpite dal tempo. Luoghi a volte selvaggi, a volte mondani, le spiagge sarde creano una cornice speciale per una vacanza nell'Isola, un mosaico ricco di colori e riflessi indimenticabili.

Lambite da un mare cristallino che sfuma nelle tonalità del colore turchese e verde, le spiagge della Provincia di Olbia - Tempio sono tra le più spettacolari della Sardegna. Il lindore del mare crea giochi cromatici con il verde della vegetazione che incornicia veri e propri angoli da sogno. Le rocce granitiche della costa gallurese offrono panorami indimenticabili. Più di cento spiagge per una vacanza da sogno.
Tra le spiagge più conosciute segnaliamo: Li Cossi, La Piana, Cala corsara, Spiaggia Rosa, Cala Coticcio, Romazzino, Baia delle Mimose, Spiaggia Principe, La Celvia, Capriccioli, Cala Sassari, Cala Ginepro, Brandinchi, La Cinta, Cala Budoni.

Come arrivare dove trovarle, le più belle spiagge della provincia di Olbia Tempio.Lambite da un mare cristallino che sfuma nelle tonalità del colore turchese e verde, le spiagge della provincia di Olbia-Tempio sono tra le più spettacolari della Sardegna. Il lindore del mare crea giochi cromatici con il verde della vegetazione che incornicia veri e propri angoli da sogno. Le rocce granitiche della costa gallurese offrono panorami indimenticabili. Più di cento spiagge per una vacanza da sogno.

Località Balneari Provincia di Olbia Tempio

La Gallura
Il paesaggio gallurese è caratterizzato dalle rocce granitiche e dall'asprezza dei rilievi che, pur non essendo particolarmente alti (il monte Limbara raggiunge i 1350 metri sopra il livello del mare), hanno costituito per millenni una barriera fra questa regione e i vicini territori delle Baronie e del Montalbo. Le campagne dell'interno (comuni di Arzachena, Luogosanto, Aggius, Tempio Pausania) sono poco densamente abitate ed è ancora possibile, in alcuni punti, riconoscere l'organizzazione del territorio in stazzi. La costa orientale è molto frastagliata e si articola in una serie continua di piccoli fiordi, di scogli e di isolette, che formano l'arcipelago della Maddalena, un ponte naturale verso la vicina Corsica, al cui interno si trova anche l'isola di Caprera, suggestivo ultimo asilo di Giuseppe Garibaldi nel quale si trovano le sue spoglie.

Il territorio che ospita la Costa Smeralda, paradiso delle vacanze per molti nel mondo, ha una forte vocazione turistica e offre ottimi servizi di ricezione e di intrattenimento. L'antichità del territorio è testimoniata dalla presenza di numerose costruzioni, come quelle disposte lungo la strada Arzachena-Luogosanto, quali la tomba dei giganti di Li Lolghi e la necropoli di Li Muri, composta da circoli di pietre infisse verticalmente nel terreno, o come quelle lungo la via Olbia-Arzachena quali il tempietto nuragico di Malchittu, o il nuraghe Albucciu a corridoio. Sulla costa settentrionale, si possono osservare i tagli di cava delle miniere di granito ormai abbandonate contornate dalle incantevoli spiagge di Capo Testa e di Santa Reparata.

Badesi (OT)
Al confine tra Anglona e Gallura, il piccolo comune di Badesi, resosi indipendente da Aggius nel 1969, è un centro di origine piuttosto recente. Solo a partire dal XVIII secolo, infatti, l'area in cui esso sorge iniziò ad essere abitata, probabilmente da un nucleo familiare dedito alla pastorizia, intorno al quale si sviluppò il centro urbano. Sulle alture intorno a Badesi si trovano quattro borgate. Di bellezza mozzafiato sono le spiagge del litorale, Badesi Mare. Un'ampia spiaggia bianca si estende per chilometri, attraversata dalla foce del fiume Coghinas, uno dei più importanti della Sardegna. Le dune, di sabbia finissima, sono ricoperte di ginepri e all'orizzonte si scorge in lontananza l'isola dell'Asinara. Grazie alla sua esposizione al vento di maestrale, questo litorale è meta ideale, durante tutto l'anno, degli amanti del surf a vela. La costa di Badesi, inoltre, è stata recentemente dichiarata "sito di interesse comunitario", per la ricchezza della flora e le peculiarità della fauna, particolarmente i volatili stanziali e migratori che nidificano in mezzo ai canneti delle rive del fiume Coghinas e delle isolette fluviali.

Baia delle Mimose
La Baia delle Mimose è una distesa di sabbia candida accarezzata da un mare celeste e incorniciata da dune sulle quali sorge la vegetazione costiera. L'ampiezza del litorale unita allo splendore del mare, fa sì che questa località sia piuttosto frequentata. Le rive basse e sabbiose sono l'ideale per i giochi dei bambini, mentre la superficie marina si lascia solcare dalle tavole da surf e windsurf.
Come arrivare
La Baia delle Mimose si trova a Badesi. È raggiungibile percorrendo la Strada Statale 134 e imboccando la deviazione in direzione Valledoria. Superato il centro urbano, a 1 km dal paese, prima del cimitero, si svolta a destra verso il mare. Dopo 150 metri si gira di nuovo a destra seguendo le indicazioni per il fiume Coghinas.
Informazioni utili e servizi Vi si trova un ampio parcheggio e altri servizi, quali albergo, bar e ristorante. È possibile noleggiarvi pattini e navigare alla scoperta di questo splendido tratto costiero. La spiaggia è di agevole accesso per i diversamente abili.

Li Junchi
Li Junchi si trova nella località di Badesi Mare, nel comune di Badesi. L'arenile presenta un fondo di sabbia chiara mediamente fine

Li Mindi
Li Mindi si trova nella località di Badesi Mare, nel comune di Badesi. L'arenile presenta un fondo di sabbia chiara mediamente fine. La bella e lunga spiaggia, dai colori meravigliosi, si apre sul panorama verso l'Isola dell'Asinara e tutta la costa che si estende da Castelsardo all'Isola Rossa. Nelle giornate più limpide è possibile intravvedere anche la Corsica.
Come arrivare Si arriva, svoltando prima dell'abitato di Badesi, per Badesi Mare, fino ad un parcheggio, da cui si prosegue a piedi per una cinquantina di metri. Il fondale basso e digradante è particolarmente adatto alla balneazione e al gioco dei bambini. I servizi offerti sono costituiti da un ampio parcheggio, postazioni per i camper e campeggio.

Poltu Biancu
Poltu Biancu si trova nella località di Badesi Mare, nel comune di Badesi. L'arenile presenta un fondo di sabbia chiara piuttosto grossa.

Le più belle Spiagge della Sardegna. Come trovarle facilmente nella Provincia di Olbia Tempio. Lambite da un mare cristallino che sfuma nelle tonalità del colore turchese e verde, le spiagge della Provincia di Olbia - Tempio sono tra le più spettacolari della Sardegna. Il lindore del mare crea giochi cromatici con il verde della vegetazione che incornicia veri e propri angoli da sogno. Le rocce granitiche della costa gallurese offrono panorami indimenticabili. Più di cento spiagge per una vacanza da sogno.
Trinità d'Agultu e Vignola (OT)
Trinità d'Agultu e Vignola è un comune gallurese di grande interesse turistico dotato di una fascia costiera di grande bellezza. Geograficamente il territorio alterna vasti litorali caratterizzati da una natura selvaggia e incontaminata e spiagge di sabbia bianca e finissima. L'agglomerato costiero dell'Isola Rossa, così chiamato per il colore dell'isolotto omonimo che lo fronteggia, a circa 400 metri dalla costa, conserva un borgo marinaro e una torre cinquecentesca, retaggio del dominio spagnolo. E' una bella località balneare che affianca al fascino del suo ambiente un tessuto ricettivo di tutto riguardo, pur mantenendo vive le tradizioni tipiche di una civiltà pastorale e rurale, ancora oggi molto sentite. Da segnalare la fantastica Isola Rossa, dal colore che caratterizza l'omonima isoletta posta di fronte a questo piccolo e grazioso villaggio che accoglie la bella Spiaggia Longu; a breve distanza il fascino di Punta Li Commeddhi, dopo aver superato la Spiaggia della Marianeddha, un altro gioiello. Cala Sarraina è una piccola spiaggia dalle rossastre sfumature, dalla quale si raggiunge, per mezzo di una non facile camminata o a nuoto, l'Ea di l'Agnulu, un piccolo e sorprendente fiordo; oppure, sempre da Cala Sarraina e sempre per amanti del trekking, una tappa da non perdere e Cala di Faa, unica ed irripetibile, o ancora Costa Paradiso, magnificamente selvaggia, agevolmente raggiungibile anche in auto, con la Spiaggia de Li Cossi.
Per gli amanti della natura imperdibile è l'escursione a Tinnari; dall'alto della sua cima vedute da perdizione, mentre sulla sua spiaggia, detta dell'occhiale, a mezzora di camminata dalla vetta, un senso di libertà e di serenità pervadente. Da visitare il nuraghe Paduledda, edificato con grossi massi granitici, dal quale si domina un ampio tratto di costa. Da segnalare inoltre che oltre la metà del territorio comunale è stato classificato sito di interesse comunitario dall'Unione Europea.


Le Spiagge
Il porto turistico, le spiagge di Marinedda e Li Cossi, a Costa Paradiso, sono i punti più battuti dai turisti, i cui flussi estivi sono in continuo aumento. Servizi offerti al turista Anche i sub, vista la presenza di un centro diving, da tempo si interessano alla costa di Aglientu dove è possibile ammirare insenature, fiordi e piscine naturali.

La Spiaggia Longa
La Spiaggia Longa è chiamata anche  spiaggia di Funtana èccia in quanto al centro di essa si trovava una sorgente naturale d'acqua. Circoscritta  dalle scogliere di Li Bicchi Russi da un lato e da quelle in prossimità del belvedere dall’altro, è la spiaggia principale dell'Isola Rossa, molto frequentata in quanto a ridosso delle case del centro abitato.

Cala Sarraina
Cala Sarraina è una piccola spiaggia dalle rossastre sfumature, dalla quale si raggiunge, per mezzo di una non facile camminata o a nuoto, l'Ea di l'Agnulu, un piccolo e sorprendente fiordo; oppure, sempre da Cala Sarraina e sempre per amanti del trekking, una tappa da non perdere e Cala di Faa, unica ed irripetibile, o ancora Costa Paradiso, magnificamente selvaggia, agevolmente raggiungibile anche in auto, con la Spiaggia de Li Cossi.

Li Cossi
Fra le scogliere in trachite rosa della parte settentrionale della Sardegna, al confine tra Gallura e Anglona, si apre una caletta romantica, al riparo dai venti, ideale per il relax, con la sabbia fine che si immerge nel fondale basso di un mare multicolore.
Perla di Costa Paradiso, nel territorio di Trinità d’Agultu, la spiaggia di Li Cossi sta in una cala riparata dal vento, chiusa da scogliere di trachite rosa, che si stagliano imponenti sul mare dai colori cangianti, dal verde intenso al turchese. Le rocce avvolgenti che accolgono la caletta disegnano forme particolari e ti faranno sentire protetto, disteso sui granelli di sabbia dorata, così da trascorrere giornate all’insegna di divertimento e​ relax.​ Li Cossi è un luogo di grande bellezza e suggestione, la cui caratteristica peculiare è un fondale basso e dolcemente digradante, particolarmente adatto alla balneazione e ai giochi estivi dei bambini. Un po’ più a largo il fondale diventa spettacolare e pescoso, molto apprezzato dagli amanti di immersioni subacquee e snorkeling. Una rigogliosa e variegata vegetazione mediterranea con varie sfumature di verde e profumi caldi e intensi impreziosiscono questo piccolo angolo solitario del nord Sardegna, ai limiti occidentali della Gallura, dotato di ogni comfort e servizio: ampio parcheggio, noleggio di ombrelloni, attrezzatura da spiaggia e natanti, campeggio, hotel, bar e ristoranti intorno. Gli amanti della tranquillità e della privacy possono visitare anche altre affascinanti perle di Costa Paradiso, oasi turistica che si trova sulla provinciale costiera 90, esattamente a metà strada tra Santa Teresa Gallura e Castelsardo: dalle calette di Porto Leccio fino alla solitaria spiaggia di Li Tinnari. O spingendosi un po’ più lontano, nella zona di Isola Rossa,​ le spiagge di Marinedda e Longa.
Tra le spiagge più conosciute della Sardegna, Li Cossi è un angolo di grande bellezza e suggestione, la cui caratteristica peculiare è quella di essere inserito in una cala riparata dal vento, chiusa tra le rocce e le scogliere di trachite rosa, che si stagliano imponenti sul mare verdissimo. Il fondale basso e digradante è particolarmente adatto alla balneazione e al gioco dei bambini. La spiaggia deve il suo nome al rio Li Cossi che la attraversa, formando uno stagnetto alle sue spalle. Il fondale variegato e ricco di pesci, a tratti spettacolare, è molto apprezzato dagli amanti delle immersioni subacquee e dello snorkeling.
Come arrivare Si arriva dalla SP 200, seguendo la deviazione verso Costa Paradiso, dopo il km 32, fino al parcheggio. La spiaggia si raggiunge a piedi, attraverso un sentiero di circa mezzo chilometro. I servizi presenti sono un ampio parcheggio, un campeggio, hotel, bar e ristoranti. Vi si possono inoltre noleggiare ombrelloni, sedie a sdraio, patini e natanti.

Cala Canneddi
Cala Canneddi si trova nella località Isola Rossa, nel comune di Trinità D'Agultu e Vignola. L'arenile presenta un fondo di sabbia molto chiara, mediamente fine, con sassolini multicolori sulla battigia, scogli di forme e grandezze variegate, imponenti rocce rosa scuro di grande bellezza alle estremità. Sulla Punta Li Canneddi, prima della Costa di Tinnari, la spiaggia di Cala Rossa si trova immersa in un magnifico ambiente naturale, tra la sabbia chiarissima, le rocce di colore rosa, caratterizzate dalla presenza di cristalli di quarzo con un mare dalle acque limpidissime.
Come arrivare  Si arriva dalla litoranea Castelsardo - Santa Teresa Gallura, si gira nel bivio della località Paduledda e si continua verso Santa Teresa. Si prosegue fino alla località Isola Rossa. Si accede alla spiaggia seguendo dapprima le indicazioni per Monte Tinnari su una strada sterrata privata, per poi continuare verso la spiaggia.

La Marinedda
Una delle più belle spiagge del nord Sardegna, tra il verde chiaro delle acque cristalline e quello acceso della vegetazione circostante, immersa in un suggestivo contesto naturale
Le sue spettacolari dune sabbiose sono incastonate tra le scogliere dell’Isola Rossa e la Punta Li Canneddi. La stupenda ed estesa spiaggia della Marinedda ti colpirà per il contrasto tra le tonalità delle sue acque cristalline, il chiarore della sua sabbia e il granito rosso degli imponenti scogli dalle forme variegate. Fa parte dello stesso tratto costiero della spiaggia Longa, che fa capo al pittoresco borgo di pescatori di Isola Rossa, nel territorio di Trinità d’Agultu e Vignola. La sabbia, leggera e bianca degrada dolcemente in un fondale basso, adatto a balneazione e gioco dei bambini, e alle spalle forma dune ricoperte da vegetazione mediterranea. È una spiaggia famosa per gli amanti del windsurf e ogni anno ad agosto ospita gare internazionali di specialità. Una parte è attrezzata con sdraio ed ombrelloni ed offre vari servizi per gli sport nautici e scuola di vela. È accessibile a diversamente abili, ci sono ampio parcheggio, campeggio, hotel, bar e ristoranti. È unita alla bellissima spiaggia dell’Isola Rossa ed è vicina alla spiaggetta Li Femini, che si trova a fianco al porticciolo. A una decina di chilometri stanno Li Feruli (o Li Mindi), sempre nel territorio dell’Isola Rossa e la romantica baia di Li Tinnari, spiaggia della Costa Paradiso, nascosta tra le rocce di granito e formata da pietrine di trachite rossa e grigia, che potrai raggiungere a piedi o dal mare. Visiterai una stupenda spiaggia, che ti colpirà per gli accesi contrasti cromatici, di sabbia, acque cristalline, scogliere che la incorniciano e vegetazione attorno.
Come arrivare La Marinedda si trova nella località Isola Rossa, nel comune di Trinità D'Agultu e Vignola. Si arriva dalla SS 200, nella località Paduledda, svoltando sulla provinciale 39. Si prosegue fino all'Isola Rossa, prendendo una strada sulla destra, poco prima del paese.

Tinnari
La stupenda spiaggi è dominata dall’omonimo Monte alto 214 metri, è raggiungibile in gommone da Costa Paradiso, Isola Rossa e dalla spiagga La Marinedda, è un posto suggestivo e ricco di fascino. Nelle giornate serene consente di ammirare anche l’isola dell’Asinara e la Corsica. Si trova a sud di Porto Leccio dove sfocia, solo nel periodo invernale, il torrente Riu Pirastru. La spiaggia è composta da conchiglie sminuzzate, granelli di granito e ciottoli tondi e rossastri provenienti dalle rocce erose dal torrente nel suo tragitto verso il mare. Altra particolarità è la sua forma, un grandissimo doppio arco separato al centro da un gruppo di scogli che avanzano verso il mare.

Aglientu (OT)
A pochi chilometri dal mare, Aglientu sorge in un territorio prevalentemente granitico, il cui paesaggio è segnato da massi maestosi e verdi vallate che si incontrano col mare talora digradando verso arenili sabbiosi dalle alte dune, talaltra con imponenti scogliere. Il suo litorale, lungo 22 km, è piuttosto rinomato per la bellezza delle spiagge e dei panorami, ma nonostante l'elevata frequentazione turistica è rimasto per lunghi tratti incontaminato. Esempio caratteristico di fortificazione a guardia delle coste sarde è la torre di Vignola, datata 1606, situata presso l'omonimo borgo marinaro. La torre sorge a 25 m slm su un leggero pendio granitico, alta 12 m e di forma troncoconica, permette di godere Attrattiva principale di Aglientu sono comunque le sue coste, dove a dune sabbiose piuttosto estese che si immergono nel mare evocando paesaggi desertici si alternano promontori rocciosi elevati, come quello di Monti Russu (90 m), in granito rosa, di forma tondeggiante, che si protende verso il golfo dell'Asinara. Tra le spiagge più estese, si ricordano Lu Litarroni, Vignola, Rena Majore. di un panorama molto ampio sia sul mare che sull'entroterra.

Aglientu vanta un litorale di circa 22 kilometri lungo il quale le alture granitiche di Monte Russu, proteso verso il Golfo dell'Asinara, si alterna alle spiagge che fanno da cornice ad un mare di rara bellezza. Le bellissime spiagge di Lu Litarroni, Vignola, Rena Majore, Rena di Matteu, Cala Pischina, costituiscono uno dei poli di maggiore attrazione per i turisti amanti della natura incontaminata di questo splendido litorale. La spiaggia di Rena Majore si estende per circa un chilometro nei pressi della foce del Rio Cantaru. Lo scenario che si apre dinnanzi agli occhi del visitatore è assolutamente impedibile: una distesa di sabbia bianchissima e finissima che il vento ed il mare continuano incessantemente a modellare. Esercita notevole fascino, soprattutto per gli ampi panorami, l'area marina nei pressi del Porto di Vignola, caratterizzata da spiagge ed incantevoli pinete, fino al grande arenile di Vignola, dominato dall'omonima torre secentesca.


Agnata
La spiaggia di Agnata si trova nella località Portobello di Gallura, nel comune di Aglientu. Ha un fondo di sabbia grossa di colore rosa scuro, con sassi e scogli.

Cala Pischina
Cala Pischina si trova nell'omonima località, nel comune di Aglientu. L'arenile si presenta composto da un fondo di sabbia chiara, piuttosto grossa, con scogli granitici affioranti.

La Piana
La Piana si trova nella omonima località, nel comune di Aglientu. L'arenile si presenta composto da un fondo di sabbia chiara e fine.

Lu Litarroni
Lu Litarroni si trova nella località di Vignola, nel comune di Aglientu. L'arenile ha un fondo di sabbia chiara finissima, dai riflessi dorati, alternata a tratti di sassolini.

Naracu Nieddu
La spiaggia di Naracu Nieddu offre panorami di grande bellezza. L'arenile si presenta composto da un fondo di sabbia chiara finissima dai riflessi dorati, alternata a tratti di sassolini.

Rena di Matteu
Rena di Matteu si trova nella località di Rena Majore, nel comune di Aglientu. L'arenile presenta un fondo di sabbia chiara, mediamente fine, con scogli granitici affioranti.

Rena Majori
La spiaggia di Rena Majore si estende per circa un chilometro nei pressi della foce del Rio Cantaru. Lo scenario che si apre dinnanzi agli occhi del visitatore è assolutamente impedibile: una distesa di sabbia bianchissima e finissima che il vento ed il mare continuano incessantemente a modellare.

Riu di Li Saldi
Si trova nella località di Vignola, nel comune di Aglientu. L'arenile ha un fondo di sabbia chiara piuttosto grossa, con sassolini e sassi di grandezze e colori diversi.

Vignola
Si trova nella località di Vignola Mare, nel comune di Aglientu. L'arenile presenta sabbia chiara e fine, con sassolini tondeggianti multicolori nella battigia. Questo è il centro balneare più importante di Aglientu con un ampia spiaggia, da vedere è la torre Vignola lungo la costa (notare, nei pressi, la chiesetta di San Silverio con il sentiero d’accesso).
 

Web Master: Adriano Agri - Sassari Servizi Internet
Copyright: © Le Vie della Sardegna Tutti i diritti Riservati

leviedellasardegna.eu
Leggi le nostre Policies su Privacy e Coockies
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu