Coltelli Sardi - Le Vie della Sardegna :: Partendo da Sassari Turismo, Notizie Storiche e Attuali sulla Sardegna, Sagre Paesane e Manifestazioni Religiose, Cultura e Cucina Tipica Sarda, Monumenti da visitare, Spiagge e Montagne dell'Isola. Turismo in Sardegna, itinerari enogastrononici e culturali, suggerimenti su B&B, Agriturismi, Hotel, Residence, Produttori Prodotti Tipici, presenti nel territorio. Informazioni e itinerari su dove andare, cosa vedere, dove mangiare, dove dormire sul Portale Sardo delle Vacanze e dell'Informazione. Sardegna Turismo dove andare e come arrivare, tutte le notizie che vuoi conoscere sull'Isola più bella del Mediterraneo. Scopri sul Portale Le Vie della sardegna le più belle località turistiche dell'Isola e la loro storia, i personaggi illustri e di cultura nati in terra Sarda.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Coltelli Sardi

Cultura Sarda > Artigianato di Sardegna
Coltello Renato Anedda
Coltello Sardo
Storia e Tradizioni
Sono molteplici  le tipologie di coltelli ideati e realizzati dagli artigiani sardi.  Sebbene esistano coltelli estremamente pregiati e costosi è  caratteristica locale privilegiare l'uso. Tutti i coltelli, anche quelli  dalle forme ricercate e dai materiali preziosi sono comunque trattati  in modo da essere funzionali ed efficienti. L'oggetto ha inoltre una  valenza simbolica e acquista con il tempo un valore affettivo
Le lame d'acciaio delle famose leppe, i tradizionali coltelli a serramanico sardi, sono sempre più apprezzate e ambite da collezionisti, appassionati e cacciatori. La Sardegna, terra ricca di giacimenti metalliferi, ha conosciuto, sin dal periodo nuragico, un'importante evoluzione nella produzione di utensili ''da taglio'', evoluzione legata alla tipica lavorazione del bronzo. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando ormai l'attività produttiva del coltellinaio tendeva a scomparire, l'Isola si è trovata in una fortunata contingenza determinata da una costante crescita della domanda per il coltello realizzato con le tecniche tradizionali. Al mutamento della domanda, da oggetto di uso comune a oggetto d'arte, è corrisposto un cambiamento altrettanto importante dell'offerta, supportato da strumentazioni moderne e realizzato non solo con la tradizionale forgiatura a caldo ma anche con tecniche più recenti come quella per asportazione e, in secondo luogo, nell'utilizzo di materiali molto più vari e preziosi rispetto al passato. Così il manico può essere in corno, di muflone o di bufalo, o in madreperla, l'anello in oro o in argento, la lama in acciaio damascato. Oggi questo artigianato ha ormai raggiunto splendide espressioni artistiche, manifestando un altissimo gusto estetico. Forgiati soprattutto nel nuorese, in centri quali Pattada, Desulo, Dorgali, Gavoi, e nel Medio Campidano, ad Arbus e Guspini, i coltelli hanno assunto denominazioni e caratteristiche distintive, differendo, da una località all'altra, per la forma delle lame e per la lavorazione del manico. Nati come strumenti di uso quotidiano, sono successivamente divenuti ricercati oggetti da collezione: apprezzati per la loro originalità sono oggetti d'arredo, posti su una parete o su un mobile; oggetti d'uso, per chi a tavola ama stupire gli ospiti con la bellezza degli utensili più comuni; meglio ancora, ''semplici'' oggetti d'arte, da ammirare e custodire. Seppure con uno spirito di continua ricerca della perfezione artistica, ciò a cui i coltellinai sardi non sono disposti a rinunciare è il significato storico e culturale che rimanda alle condizioni d'origine del coltello, condizioni che si sono protratte fino a non molti decenni fa.
Produzioni Coltelli
Coltello Sardo Serramanico

Museo del coltello sardo, Arbus
Informazioni
Indirizzo: via Roma, 15 - 09031 Arbus
Tel. 070.9759220
Titolare: Paolo Pusceddu
Gestione: privata
Orari: 09.00 – 12.00 e 16.00 – 20.00 (dal lunedì al venerdì); 08.00 – 12.00 (sabato).
Sabato pomeriggio e domenica si apre solo su prenotazione.
Biglietto: ingresso libero
Web: www.museodelcoltello.it
E-mail: arburesa@tiscalinet.it
"L'artigiano Paolo Pusceddu, attraverso  un'attenta opera di restauro, ha recuperato i locali di una vecchia casa  adiacente al suo laboratorio "Coltelleria Arburesa", allestendovi il  museo che, diviso in quattro sale, presenta gli oggetti da lui raccolti  in anni di ricerca e di scambi. "
Il museo
Creato dal famoso coltellinaio Paolo Pusceddu, sorge attiguo al suo laboratorio chiamato, come il coltello tipico del territorio, Arburesa. Oltre che per le dune di Piscinas, Arbus è conosciuta nel mondo per i suoi coltelli, chiamati nel dialetto locale "arresojas", compagni inseparabili dell'uomo che abita le campagne sarde. Nel museo è possibile rivivere la storia della coltelleria in Sardegna, a partire dal neolitico. Il percorso museale ha inizio nella sala dove si trovano i coltelli più antichi, tra cui spicca la riproduzione di un pugnale in ossidiana, una roccia vetrosa utilizzata sin dal neolitico antico per realizzare arnesi da caccia, ma è possibile ammirare anche pezzi del XVI secolo. Alcuni coltelli sono vere e proprie opere d'arte, coltelli con manici in corno di ogni forma e colore, intarsiati e scolpiti in forma di cervo, cinghiale, muflone e aquila, a rappresentare la fauna sarda. Sono poi esposti i prodotti dei più rappresentativi coltellinai sardi contemporanei (Francesco Trudu di Villacidro, Sebastiano Spanu di Dorgali e Barore Brundu di Pattada). L'ultima sala è la ricostruzione dell'antica bottega del fabbro "su ferreri", nella quale sono visibili arnesi originali del secolo scorso: un mantice, un trapano a volano, una mola a pedale, un'antica incudine. All'interno del Museo si proiettano filmati dedicati alle fasi ed alle tecniche della costruzione del coltello e trovano spazio anche alcune sculture del pittore Archimede Scarpa di Selargius e di Efisio Pisano di Villacidro. Il Maestro coltellinaio Paolo Pusceddu è stato inserito nel Guinness dei primati per aver creato, nel 1986, il coltello più grande del mondo, lungo 3 metri e 35 centimetri per un peso di 80 chili. Questo record è stato battuto, nel 2002, quando il maestro Pusceddu ha costruito un coltello a serramanico lungo 4 metri e 85 centimetri, del peso di ben 295 chilogrammi.

Per accedere al primo piano sono presenti barriere architettoniche.
Servizi Visite guidate dal maestro Pusceddu*.
*Brevi note biografiche sull'Artigiano Paolo Pusceddu:
Non solo coltellinaio, ma scultore,pittore, attore e artista poliedrico: suo e' infatti il progetto della Casa Museo del Coltello Sardo.
Sposato e padre di due figli, Paolo Pusceddu nasce ad Arbus il 26 ottobre 1957, e sin da bambino apprende l'arte di trattare i metalli.
Sotto la guida attenta del padre Mario, maestro di quest'arte, Paolo si forma. Poi vengono i corsi professionali ad indirizzo meccanico e due anni a Brescia per conoscere l'organizzazione del lavoro.
Ma non sopporta la lontananza dall'Isola e torna ad Arbus, a casa, dove riprende a lavorare nell'officina paterna.
Ancora anni di applicazione, impegno, lavoro, prima di far nascere l'Arburesa, un'azienda e un marchio che mirano a far rivivere le lame a "foggia antica" tipiche della zona.

(da: Arti & Artisti - Catalogo dei nuovi talenti italiani - Tarquinia [ VT ] 1997)


Produzione Coltelli
Produzione Coltelli
"Alessio Battistoni"
Coltellinaio a Olbia
L'Azienda.
Mi chiamo Alessio Battistoni, abito a Olbia da 30 anni. Mi dedico  dal 2002 alla costruzione di coltelli sardi a serramanico tipo  "resolza", "lametta" e "pugnale". Le lame sono realizzate in acciao inox  AISI 440c, 12c27 e n690. Il manico viene realizzato interamente a mano  con materiali selezionati del tipo corno di montone (biondo e striato),  corno di muflone, corno di bufalo, dente di facocero e vari legni  (stabilizzati e non).
Tutti i miei coltelli sono realizzati con  l'ausilio di una sega a nastro per il taglio del corno e dell' acciaio,  di una levigatrice autocostruita che mi aiuta nella lavorazione delle  lame e una lucidatrice autocostruita per lucidare tutte le parti del  coltello e, infine, tanto olio di gomito.
Informazioni
Visitare il negozio di Michelino Deiana,
via acquedotto n° 16, Olbia.

Visualizza l'Azienda
"Gianpiero Pizzadili"
Coltellinaio a Pattada
L'Azienda.
Giampiero Pizzadili è un giovane coltellinaio pattadese, che sin da  piccolo coltivava un forte passione per le armi bianche, sopratutto  grazie al fatto che egli possedeva un vasta collezione di antichi  coltelli pattadesi (resolzas, corrinas e leppas). Nel 2005, Giampiero  decide di aprire la propria bottega artigianale, dove egli realizza sia  il classico modello pattadese, sia altri coltelli, siano essi frutto  della sua fantasia, o su richiesta dei clienti.
Il classico modello è  il suo pezzo forte: è realizzato con manico in corno di montone o  muflone, ha delle finiture in ottone o alpaca e l'acciaio può essere di  diversi tipi: quello al carbonio o quello in damasco.
Informazioni
Via Roma 47, Pattada (SS) - Tel.: +393494318147

Visualizza l'Azienda
"Renato Anedda"
Coltellinaio a Gergei
L'Azienda.
Renato Anedda è un coltellinaio-hobbista nato e residente a Gergei,  caratteristico comune del Sarcidano, appassionato fin da bambino ai  coltelli artigianali sardi
Ogni manufatto, opera d'arte realizzata  con passione e dedizione presso il suo laboratorio in tipico stile  sardo, è curato dal progetto alla forgia, e costruito con materiali  pregiati, originali del luogo, ed ispirati alla tradizione
La  produzione e' limitata a pochi pezzi, vista la cura e la dedizione  dedicati a ciascuna opera ed il tempo necessario alla ricerca e  riscoperta della tradizione della sua Isola, rappresentata appieno in  ogni particolare.
Informazioni
Via Marconi 173 - Gergei (CA)
Telefono: 347 2633058

Visualizza l'Azienda
Coltelli Sardi "di Monica Gungui"

L'Azienda
Coltelli Sardi è il Negozio specializzato in coltelli della  tradizione Sarda. Scarno nella sua essenzialità, si prefigge sin dalla  sua apertura di promuovere l’attività dei coltellinai sardi offrendo  nelle sue vetrine le Coltelli Sardi offre la più grande disponibilità di  modelli dei grandi nomi della coltelleria isolana, pronti ad entrare  nelle vostre case, infatti oltre che nel nostro negozio sito a Nuoro in  Corso Garibaldi, 53 potrete acquistare i nostri coltelli attraverso le  pagine del nostro sito internet.evoluzioni stilistiche e dei materiali.
Informazioni
di Gungui Monica Elisa
Corso Garibaldi, 53 Nuoro (NU)

Visualizza l'Azienda
 

Web Master: Adriano Agri - Sassari Servizi Internet
Copyright: © Le Vie della Sardegna Tutti i diritti Riservati

leviedellasardegna.eu
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu